Banner Header
E' appena uscito il nuovo libro di Giuseppe Cotturri, "Responsabilità globale. Dal civismo alla cura per il pianeta terra". L'editore è Castelvecchi.

Il libro, scrive Giovanni Moro Scientific Advisor di FONDACA, è una riflessione sulla sfide della terra alla democrazia come regime politico e come habitus quotidiano e al modello di rapporto tra economia e ambiente che ha dominato il mondo globalizzato. La emergenza Covid ha fatto di questa una sfida che non si può più ignorare.

Quello che rende il libro del tutto originale e insieme quantomai necessario, è il legame che esso stabilisce tra questo futuro da disegnare in pratica e l'attivismo dei cittadini sulla scena pubblica. Senza il ricorso a questo approccio, infatti, si rischia di restare inchiodati al dibattito "più stato-meno stato-quale stato", che va per la maggiore ma solo perché a suo modo conferma la centralità delle vecchie classi dirigenti.
Il libro inoltre valorizza per il suo significato generale e anticipatorio proprio la esperienza della cittadinanza attiva in Italia, come attore costituzionale, non nel senso della difesa ma della attuazione e dello sviluppo. Questa esperienza diventa ancora più preziosa di fronte alla sfida del populismo.
Infine, il libro ripropone il tema della disobbedienza civile come potente strumento dei cittadini. Essa ha una lunga storia (basta pensare al movimento per i diritti civili dei neri d'America), ma Cotturri ci dice che oggi può diventare di enorme importanza.

Un libro da leggere, meditare e discutere.

E’ stato recentemente pubblicato, con il sostegno del Centro di Servizio per il Volontariato del Lazio, il volume “La solidarietà è reato? Le nuove profezie del volontariato”, a cura di Renato Frisanco. Il volume contiene gli atti delle omonime giornate di studio che l’Associazione Luciano Tavazza ha organizzato tra il 29 aprile e il maggio 2019 a Roma, presso il Santuario del Divino Amore.
Nella terza sessione dell’iniziativa, si è tenuta una Tavola Rotonda con esponenti di diverse organizzazioni, associazioni, sindacato, enti di ricerca ed altro, per un “confronto sul tema della necessità di rivoluzione civile, che richiede una strategia delle alleanze perché possa avere incidenza reale e si basi sulla mobilitazione dei cittadini”.

Riportiamo di seguito uno stralcio degli interventi di Emma Amiconi, Presidente di Fondaca, Fondazione per la cittadinanza attiva, relatrice della Tavola Rotonda insieme a Paola Springhetti, giornalista e direttore della rivista “Reti solidali” del CSV Lazio, Cesare Moreno, Presidente dell’Associazione” Maestri di Strada” di Napoli, Paola Piva, coordinatrice della Rete “ScuoleMigranti”, Rosario Iaccarino, responsabile nazionale della formazione della FIM-CISL, Renato Marinaro, responsabile del servizio Promozione di Caritas Italiana.

CLICCA QUI per leggere la sua testimonianza di Emma Amiconi in occasione della Tavola Rotonda su  “Il volontariato a dimensione comunitaria per una rivoluzione civile: alleanze e
sinergie per un welfare generativo”. Nell’intervento si fa anche riferimento alla esperienza del Gruppo civico Tutti per Roma. Roma per tutti

Le sfide globali hanno messo in discussione le concezioni tradizionali della cittadinanza basate sullo stato nazionale. La crisi innescata dal Covid-19 è solo uno degli esempi più recenti dell’incremento dell’interdipendenza trans-nazionale dalla salute e l’economia alla politica e l’ambiente. Fino a che punto dobbiamo ripensare la cittadinanza come modo di vivere insieme uno spazio culturale, religioso e politico?
Nel corso del webinar tre esperti discuteranno il futuro della cittadinanza a partire da ambiti disciplinari differenti.


INTERVERRANNO:

Giovanni Moro, sociologo politico, professore associato presso il dipartimento di Scienze Politiche dell’Università la Sapienza e responsabile scientifico di FONDACA.

Rupert Graf Strachwitz, scienziato della politica e storico, dal 1997 è stato direttore del Maecenata Institute for Philanthropy and Civil Society, un centro di ricerca e politica indipendente, e dal 2010 CEO della Maecenata Foundation.

Angela Taraborrelli, professoressa associata di Filosofia politica presso l’Università di Cagliari. Si occupa di cosmopolitismo, democrazia, migrazione, temi di filosofia politica moderna e contemporanea.

"Il futuro della cittadinanza" rientra in un ciclo di webinar sponsorizzato congiuntamente da La Civiltà Cattolica e Georgetown University.

L'appuntamento è per giovedì 9 luglio dalle 18:00 alle 19:00.

Segui questo LINK per conoscere tutti i dettagli sull'evento ed iscriverti al webinar.

 

La IX edizione del Festival per la Legalità dal titolo "Io non respiro. Società, Stato e Cittadini ai tempi del Covid-19", sarà un'edizione inedita visto che si terrà interamente online attraverso i canali Facebook e Youtube.

Il programma:

Sabato 4 luglio è il primo appuntamento focalizzato sul "caso Cucchi" che sarà raccontato da Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi, e Daniela Marcone vicepresidente di Libera.

Giovedì 9 luglio è la volta di Giovanni Moro, direttore scientifico di FONDACA, e Rocco D'Ambrosio, presbitero, politologo presso l'Università Gregoriana, nonché giornalista, che affronteranno il tema della cittadinanza attiva quale volano di inclusione sociale.

Lunedì 13 luglio è l'ultimo appuntamento del Festival e vede la partecipazione di Paolo Borrometi  giornalista e scrittore di origini siciliane, che vive sotto scorta.

CLICCA QUI per maggiori dettagli sull'Evento "Io non respiro. Società, Stato e Cittadini ai tempi del Covid-19" 

Per seguire l'evento online basta visitare i canali Facebook e Youtube del Festival per la Legalità.

Conferenza Stampa per la IX Edizione del Festival per la Legalità

"?? ??? ???????" ???????̀, ????? ? ????????? ?? ????? ??? ?????-??. Siamo lieti di presentarvi la IX edizione del Festival che quest'anno si terrà in diretta live Facebook e Youtube. Le date sono quelle del 4, 9 e 13 Luglio. Sabato 20 Giugno, alle ore 17, vi presenteremo il programma. Potrete seguire la diretta sulla pagina del Festival.

Pubblicato da Festival per la Legalità su Sabato 20 giugno 2020

"Officina delle Idee. Appartenenza e Partecipazione", un progetto di partecipazione della cittadinanza ai beni comuni si conclude con un incontro online trasmesso su Facebook.

Dopo un ciclo di incontri, workshop, sopralluoghi a cui hanno preso parte i cittadini di Carapelle, tiriamo le somme insieme agli organizzatori, ai partecipanti, al sindaco ed alla Regione Puglia, che tanto crede nei processi partecipativi.

Interventi:
RAFFAELLA RUSSO, referente del progetto
UMBERTO DI MICHELE, sindaco di Carapelle
TITTI DE SIMONE, consigliera politica del presidente Emiliano per l'attuazione del programma della Regione Puglia
CARINE BIZIMANA, facilitatrice del processo partecipativo
EMMA AMICONI, presidente di FONDACA, fondazione per la cittadinanza attiva
SERENA FACCILONGO, cittadina di Carapelle che ha partecipato al processo partecipativo

Rivedi la diretta Facebook:

OFFICINA DELLE IDEE - CARAPELLE - INCONTRO DI CHIUSURA

Incontro di chiusura del progetto Officina delle Idee Carapelle, che ha visto la partecipazione dei cittadini alla gestione dei beni pubblici

Pubblicato da Officina delle IDEE - Carapelle su Giovedì 25 giugno 2020

Giovedì 18 giugno dalle 17.30 alle  18.30 si terrà un incontro on-line per presentare il libro "Cittadinanza" scritto da Giovanni Moro, direttore scientifico di FONDACA e pubblicato da Mondadori Università. Durante il dibattito si confronteranno con l'autore, Anna Lisa Mandorino, vice segretario generale di Cittadinanza Attiva, e Cecilia D'Elia, autrice di saggi e attivista per i diritti delle donne. 

Vai su SCUOLACIVICA.IT per iscriverti all'evento

 

Mercoledì 27 maggio Giovanni Moro, direttore scientifico di FONDACA, presenterà il suo ultimo saggio dal titolo "Cittadinanza" edito da Mondadori Università. L'evento, organizzato da DANE-Osservatorio Democrazia a NordEst in collaborazione con La Fiera delle Parole, vedrà coinvolti anche Giulia Albanese Marco Almagisti dell'Università degli Studi di Padova.



Sarà possibile seguire il dibattito in diretta streaming, a partire dalle 18:00. Basta collegarsi ai canali FACEBOOK e YOUTUBE de La fiera delle parole.

 

 

"L'Italia deve ripartire in modo più sostenibile attraverso la rigenerazione del suo territorio" è questo il presupposto dal quale nasce l'incontro organizzato da Movimenta, associazione politica per il diritto delle persone al lavoro, in collaborazione con Green Italia, in cui interverrà anche Emma Amiconi, presidente di FONDACA. L'intento è quello di approfondire il tema della rigenerazione urbana per l'Italia post Covid19.

L’incontro sarà un’occasione per discutere insieme di "proposte ambientali, economiche, sociali e di come attuarle, toccando concetti più ampi legati al green new deal quali consumo del suolo 0, riqualificazione energetica delle aree, cambiamenti climatici e innovazione sociale".

L'appuntamento è per venerdì 22 maggio dalle 16:30 alle 19:00. 
Il webinar sarà accessibile previa registrazione al seguente link: Rigeneraitalia: idee, proposte e soluzioni per una ripresa green

Di seguito il programma completo:

 

 

 

«La crisi innescata dal Coronavirus», sottolinea il sociologo Giovanni Moro, sul numero del magazine di aprile scaricabile su Vita.it, «ha mostrato chiaramente che una divisione netta del lavoro tra società e Stato, dinanzi a catastrofi di tale portata, non è un vantaggio ma uno svantaggio per tutti»

Comitati spontanei, gruppi di quartiere, ragazzi che si mettono in campo: è grande l’ondata di attivismo che si sta contrapponendo sul territorio alle conseguenze del Coronavirus. Conseguenze non solo sanitarie ma sociali. Quando tutto passerà, resterà qualcosa? Avremo capito la lezione? Ci apriremo a forme concrete e nuove di solidarietà e sussidiarietà tra amministrazioni e cittadinanza?

Clicca per leggere l'intervista di Marco Dotti a Giovanni Moro su Vita.it

In Evidenza

Questo sito prevede l'utilizzo di cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti l'utilizzo degli stessi.