Giovedì 27 Febbraio 2020
Banner Header

FONDACA nell’ambito del progetto IMPACT ha realizzato un percorso di formazione per peer coach con l’obiettivo di sperimentare nuovi modelli di collaborazione con le amministrazioni pubbliche

Martedì 25 febbraio 2020, Emma Amiconi, Presidente di Fondaca, terrà una lezione su "La cittadinanza democratica e la cittadinanza attiva" nell'ambito del percorso di formazione generale organizzato per i 43 ragazzi di Servizio Civile attualmente in servizio al Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione del Ministero dell'Interno.

La lezione si terrà presso la sede del Ministero in piazza del Viminale 1.

Cittadinanzattiva - attraverso la sua Scuola civica di alta formazione e la Scuola Facilitatori - organizza un percorso di formazione per introdurre i metodi della facilitazione esperta per gruppi.

La “facilitazione esperta” è un nuovo approccio alle risorse umane che intende valorizzare, nei team di lavoro, una forte integrazione di produzione e partecipazione, lavoro e persone, intesi come due assi distinti ma anche da collegare. Il presupposto importante della facilitazione è quello di unire funzioni e persone, ben sapendo tuttavia delle tante forze che dividono, provenienti da funzionalità innate (specie), da tratti soggettivi (persona) e da condizioni organizzative (ruoli).

Il corso è rivolto a Responsabili, Coordinatori, Direttori e a tutti coloro che “vivono il mondo delle associazioni, dei comitati, dei gruppi informali” e che riconoscono “quanto sia importante e fondamentale riuscire a trasformare le tante negatività e le tante spinte divisive - spesso presenti - in nuove capacità e motivazioni" con l’obiettivo di "valorizzare al massimo quell'energia e quelle risorse che l'impegno civico riesce a catalizzare".

Si propone un percorso che è "tecnico", nel senso che intende fornire metodi e strumenti operativi per una reale facilitazione esperta, ma che rappresenta anche una "occasione per conoscerci come organizzazioni e - magari - rafforzare le nostre relazioni, in un momento storico in cui più che mai siamo chiamati a fare rete e stringere alleanze”.

Il percorso di formazione - della durata di 25 ore - si svolgerà a Roma, in due incontri:

6 - 7 marzo, con i seguenti orari: il venerdì dalle 15.00 alle 19.00; il sabato dalle 9.30 alle 17.00

27-28 marzo, con i seguenti orari: il venerdì dalle 15.00 alle 19.00; il sabato dalle 9.30 alle 17.00.

Per garantire una didattica effettivamente interattiva durante le giornate di formazione, il percorso formativo è rivolto ad un max di 25 partecipanti.

CLICCA QUI per consultare e scaricare il programma del corso, con indicazione degli obiettivi, dei contenuti che verranno trattati e della direzione scientifica.

Roma.Esquilino_1870-1911

Giovedì 16 gennaio alle ore 18.00 presso Palazzo Merulana, si terrà la presentazione del volume "Roma. Esquilino 1870-1911" di Carmelo G. Severino, architetto ed urbanista, già dirigente presso il Comune di Roma, svolge attività di ricerca nel campo dei fenomeni territoriali privilegiando le analisi storiche dei processi formativi delle realtà urbane.


Di seguito il programma dell'incontro:

Giovedì 16 gennaio 2020
ore 18.00

Palazzo Merulana
via Merulana 121, Roma

presentazione del volume
Roma. Esquilino 1870-1911
…e nel centro del progettato quartiere una vastissima piazza…

saluti istituzionali
Sabrina Alfonsi
Presidente Primo Municipio

introduce e modera
Emma Amiconi
Presidente Fondaca
Fondazione per la Cittadinanza Attiva

intervengono
Alessandro Bianchi
Direttore Scuola di Rigenerazione Urbana
Università Pegaso

Eugenio Lo Sardo
già Sovrintendente
Archivio Centrale dello Stato

Walter Tocci
già Senatore della Repubblica

Vittorio Vidotto
già Professore di Storia Contemporanea
Sapienza Università di Roma

sarà presente l'autore
Carmelo G. Severino

 

Pontedera: Progetto FAMI Cittadini si diventa: Casa dolce casa. Ma lo è per tutti?


Si è svolto a Pontedera (PI) il 14 dicembre l’incontro pubblico organizzato dalla Tavola della pace e della cooperazione nell’ambito del progetto FAMI Cittadini si diventa. Il contributo degli immigrati alla progettazione delle politiche locali.

L’iniziativa è stata l’occasione per presentare i risultati di una rilevazione che è stata condotta dai responsabili delle associazioni di stranieri riguardo a una valutazione dei servizi e alle principali difficoltà incontrate dagli stranieri nel percorso di integrazione. Insieme ai temi del lavoro sono emerse tutte le problematiche legate alla casa e all’accesso al mercato abitativo, che hanno naturalmente un ruolo fondamentale nel percorso di inserimento.

Attorno al tema dell’abitare la Tavola della pace e della cooperazione e le associazioni di stranieri implicate nel progetto – ASDP, Senegal solidarietà, Teranga, Senegal 2G – hanno coinvolto le istituzioni e i principali stakeholder della Valdera e del Valdarno inferiore. E’ stato quindi costruito un percorso di confronto e progettazione partecipata con amministratori locali (Comune di Pontedera, Comune di Ponsacco, Unione Valdera), Unione dei piccoli proprietari (UPPI), agenti immobiliari, amministratori condominiali, agenzie per l’abitare sociale (Casa Insieme), realtà del territorio (Associazione Arturo), che è sfociato nell’iniziativa pubblica.

“E’ il momento per cercare insieme soluzioni – hanno commentato l’assessore alle politiche abitative del Comune di Pontedera Sonia Luca e l’assessore al sociale Carla Cocilova -ascoltando il punto di vista dei soggetti che vivono sulla propria pelle queste difficoltà. Questa iniziativa è importante per meglio ridefinire le scelte e le strategie affinché sia più incisiva l’azione della pubblica amministrazione”.

Questo incontro rappresenta un momento importante del percorso del progetto FAMI cittadini si diventa, che prevede ora una attività di sperimentazione di possibili soluzioni per affrontare il tema dell’abitare nella sua complessità.

Metodi, relazioni e pratiche nella comunità educante nell’ambito del progetto Bella Presenza

Prende il via il progetto Officina delle idee-Appartenenza e Partecipazione e per l'occasione il 10 dicembre presso l'Aula Consiliare del Comune di Carapelle alle ore 18:30 si terrà l'Incontro Pubblico di Apertura "Beni Comuni e Partecipazione" con gli interventi di Emma Amiconi - Presidente di Fondaca, Umberto di Michele - Sindaco di Carapelle, Titti de Simone - Consigliera politica del Presidente per l'attuazione del Programma Regione Puglia e
Nicola Gallo - Consigliere Comunale delegato alla finanza agevolata

Il programma prevede inoltre due appuntamenti con la formazione a cura di Fondaca nelle giornate di martedì 10 (dalle 12:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00) e mercoledì 11 dicembre (dalle 9:00 alle 13:00) dal titolo "Educazione alla cittadinanza per favorire processi partecipativi per la cura dei beni comuni".

Clicca qui per info e maggiori dettagli

Officina_delle_Idee_Appartenenza_e_partecipazione

Mercoledì 27 novembre si terrà ad Ancona, presso la Sala LiMadou di Palazzo LiMadou, una lezione di Emma Amiconi, Presidente di FONDACA, sul tema della cittadinanza democratica intesa come un dispositivo fatto di: appartenenza, diritti e doveri, partecipazione. 

La lezione si tiene nell’ambito del modulo formativo dei formatori del servizio civile delle Marche intitolato “Cittadinanza attiva: la formazione civica & le forme di cittadinanza



Consulta il programma del corso: FORMAZIONE DEI “FORMATORI GENERALI” 25, 27 novembre 2019 - Ancona

 

 

Anche quest'anno, la Rete degli archivi per non dimenticare, con la collaborazione del Ministero per i beni e le attività culturali e per il Turismo e del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, propone alle istituzioni scolastiche del territorio nazionale il bando di concorso della sesta edizione di Tracce di memoria.

Possono partecipare al concorso gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado di istruzione, in forma individuale o in gruppo.

I lavori dovranno esclusivamente riferirsi alla storia dell’Italia repubblicana, pertanto a partire dall’anno 1946 in poi, e sviluppare le seguenti attività:

a. rintracciare nel proprio territorio luoghi dedicati alla memoria delle vittime dei terrorismi, della violenza politica e della criminalità organizzata (lapidi, intitolazioni di edifici, strade, ecc.) e analizzare come questi fatti siano stati ricordati;

b. ricostruire la biografia di una delle vittime, prediligendo la scelta di storie appartenenti al proprio ambito territoriale, in modo da analizzare anche il contesto economico, sociale e culturale in cui si sono svolti i fatti e valutare se e cosa da allora è cambiato;

c. proporre alle Istituzioni locali l'attuazione di un'iniziativa (una nuova intitolazione, l'organizzazione di un dibattito pubblico, ecc.) affinché la vittima adottata trovi un suo spazio nella memoria collettiva e il lavoro svolto dagli studenti abbia una ricaduta sul territorio;

d. raccontare i luoghi/contesti e presentarli attraverso video, album fotografici, mostre, collage, blog, ecc. 


Le scuole potranno richiedere alla Rete degli archivi per non dimenticare e agli archivi associati, la relativa documentazione e un ulteriore supporto per la ricerca.


CONSULTA E SCARICA IL BANDO "Tracce di memoria – sesta edizione A.s. 2019/2020"

Il Festival della Partecipazione, promosso da ActionAid Italia e Cittadinanzattiva, con la collaborazione del Comune dell’Aquila e di Slow Food Italia e il patrocinio del Consiglio Regionale Abruzzo, dell’Università degli Studi dell’Aquila e del Gran Sasso Science Institute, è un luogo aperto a cittadini comuni, alle comunità degli aquilani e degli abruzzesi ma anche ai turisti curiosi, a organizzazioni ed esperienze di attivismo civico, a interlocutori e partner pubblici e privati della partecipazione civica, ai media tradizionali e ai nuovi media, ai mondi della ricerca, della cultura e dell’arte. Non si tratta di un pubblico, ma di un insieme di partecipanti riuniti con l’obiettivo di scambiare e discutere informazioni, prodotti, idee ed esperienze.

Tutti gli eventi, conferenze e workshop del Festival sono a ingresso gratuito, per alcuni eventi e laboratori è richiesta la prenotazione.

Consulta il Programma del Festival della Partecipazione, IV edizione, Città dell’Aquila 22-23 novembre 2019.

In Evidenza