Giovedì 13 Dicembre 2018
Banner Header

Bella Presenza: un progetto per il contrasto alla povertà educativa minorile

  • Mercoledì, 03 Ottobre 2018 14:32

Ha preso avvio il 7 settembre 2018, in occasione del seminario nazionale “Uno, due, tre … pronti via!”, il progetto Bella Presenza: metodi, relazioni e pratiche nella comunità educante, che vede la Cooperativa sociale Dedalus di Napoli capofila di un partenariato di oltre 60 realtà pubbliche e del Terzo settore.

L’idea di fondo del progetto è che la bellezza, riconosciuta come valore chiave per orientare l’agire educativo e pedagogico, consenta la scoperta di risorse anche nei contesti più fragili e che insieme alla presenza, alla consapevolezza e al protagonismo dei giovani, serva a valorizzare le competenze, i desideri e le aspirazioni di tanti giovani privati della stessa possibilità di cittadinanza.

Il progetto, selezionato dalla impresa sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, vuole essere un laboratorio permanente di ricerca e sperimentazione di metodi, idee e attività tese a contrastare la povertà educativa dentro un’idea di fondo che colloca il lavoro educativo in una dimensione politico-culturale orientata a trasformare l’esperienza in proposta di orientamenti e indirizzi di policy locale e nazionale.

Il ruolo di FONDACA sarà quello di contribuire ad approfondire con i giovani delle scuole i diversi aspetti della cittadinanza e di sperimentare concretamente forme di accesso a questa dimensione. Il “laboratorio sulla cittadinanza” ha infatti l’obiettivo di fare maturare nei ragazzi la consapevolezza che la cittadinanza è uno dei principali meccanismi di inclusione nella società: un’inclusione che è possibile attraverso le porte di accesso dell’appartenenza, del riconoscimento dei diritti e dei doveri e, infine, della partecipazione.

Il progetto è realizzato in tre regioni italiane, Campania, Piemonte e Toscana, dove oltre alla Cooperativa Dedalus, sono in prima fila la cooperativa Labins di Torino e Oxfam Italia rispettivamente referenti delle reti piemontesi e toscane.

Last modified on Mercoledì, 03 Ottobre 2018 14:38

In Evidenza